Metro, furgone elettrico

Il suo nome è Metro ed è un veicolo compatto totalmente elettrico. Si tratta di un mezzo commerciale pensato per poter lavorare sia di giorno che di notte a emissioni zero. A portarlo nel nostro paese è stata Electropolis, un’azienda nata in Toscana specializzata nella mobilità elettrica ma non soltanto, si occupa anche dell’assemblaggio, della progettazione e della realizzazione degli allestimenti.
Metro si presenta come uno dei più innovativi veicoli elettrici grazie al suo funzionamento oltre che alla sua versatilità, tenendo conto che può passare dall’essere un furgone frigorifero a una spazzatrice o un mezzo di raccolta, da un minibus da turismo a uno scuolabus e molti altri in base a quelle che sono le esigenze del singolo cliente.
L'alimentazione avviene con una o due batterie al litio da 13 kWh, che permettono di raggiungere al veicolo un velocità di 85 chilometri orari. Le sue due versioni disponibili sono la I e la II, quest’ultima nel dettaglio ha un’autonomia di 250 chilometri e un tempo di ricarica che può andare dalle 4 alle 8 ore.
I vantaggi più evidenti di Metro sono dati principalmente da tre preziosi elementi: i bassi costi di manutenzione (sembra che siano 1/6 di quelli che richiedono tutti gli altri mezzi tradizionali), l’affidabilità e la sicurezza grazie all’airbag di serie che trova spazio nell’abitacolo.
Da non sottovalutare certo il suo software ideato negli Stati Uniti che include un sistema molto potente di autodiagnosi capace di facilitare il rilevamento di guasti oltre che un’app utile al monitoraggio della flotta. Insomma, si tratta di un veicolo altamente specializzato e ideato in modo da poter conciliare le esigenze di ogni cliente.
Il suo telaio di progettazione tedesca permette una capacità di carico di circa 600 chili, per questo si parla di Metro come di un mezzo leggero e aerodinamico ma molto robusto ed efficiente, perfettamente idoneo ai bisogni di chi utilizza mezzi a scopo commerciale. Senza contare che ha una cabina passeggeri spaziosa e confortevole, un design accattivante, oltre a una già citata eccellente capacità di carico.
Per quanto riguarda la guida si può considerare confortevole oltre che piacevole e, chiaramente, silenziosa considerata la tipologia di veicolo di cui fa parte.
Tra gli elementi che questo mezzo commerciale elettrico garantisce c’è anche la possibilità di parcheggiare dove ce ne sia necessità e di circolare liberamente senza dover fare attenzione a zone a traffico limitato. Elemento da non sottovalutare soprattutto se si utilizzano questi veicoli per motivi professionali che spesso portano a dover parcheggiare in luoghi non proprio “ospitali”.
Metro rientra tra i veicoli elettrici da lavoro più convenienti nella sua classe in termini di qualità del telaio, del powertrain elettrico, di performance e di contenuto tecnologico. Un veicolo semplice che conta solo 200 componenti/pezzi di ricambio.
In dotazione il veicolo prevede gli airbag, la retrocamera, i cerchi in lega da 14’ e il sistema EPS (Electric Power Steering, cioè il servosterzo elettrico). Tra gli elementi opzionali ci sono invece l’impianto frenante con ABS, l’accensione senza chiave e l’aria condizionata. A rappresentare un dettaglio molto importante è la possibilità che questo veicolo ha di attingere energia dal sole attraverso l’installazione di pannelli solari (fino a tre) sopra il cassone di una superficie di 1350 x 660 millimetri ciascuno che riescono ad arrivare a produrre una potenza fino a 420 Wp.
«Nei prossimi anni l’impiego di veicoli a emissioni zero – afferma il direttore generale di Electropolis, Federica Cirinei – sarà sempre più diffuso anche in Italia. Abbiamo investito nel Metro perché è senza dubbio uno dei mezzi commerciali elettrici più innovativi e flessibili del panorama mondiale. Lavorare senza inquinare è in realtà un dovere e con il Metro offriamo una soluzione estremamente competitiva ed efficiente»
L’azienda made in Tuscany che ha lanciato questo veicolo elettrico al 100% si occupa anche della progettazione, della fornitura e della gestione di soluzioni van sharing chiavi in mano per andare incontro alle esigenze degli enti, delle organizzazioni e dei consorzi che desiderano proporre un servizio innovativo di condivisione di veicoli commerciali. Precisamente i mezzi sono predisposti per essere controllati in remoto. Electropolis ha anche ideato un’app che permette di gestire completamente il servizio con un modello pay-per-use. Tramite questo strumento il cliente può identificare dove è parcheggiato il mezzo, prenotarlo attraverso lo smartphone e sbloccarlo grazie a un codice univoco pagando semplicemente l’utilizzo e nient’altro di più.
Si tratta di un’azienda che oltre ad aver portato Metro in Italia, ha creato una rete di assistenza capillare in tutta Italia e si è organizzata per essere in grado di progettare e produrre oltre cinquanta tipologie di allestimento. Sta ricercando inoltre concessionarie in tutta Italia che credano nel traffico ecologico e che vogliano sposare un progetto ambizioso oltre che futuribile (contatti allo 0586940101 o tramite posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Sito web: https://electropolis.it/

 

 

Nissan e-NV200 Il tuo lavoro, nell'era dell'elettrico

Versione limitata e-NV200 2.ZERO, che con una batteria più potente aumenta di 100 km l'autonomia, arrivando a 280 km circa negli spostamenti extraurbani. Garanzia di 5 anni o 100.000 km per la batteria e sui componenti EV. Zero spese per benzina, cambio olio, zero emissioni. Costi di esercizzio ridotti, manutenzione minima, e-NV200 può entrare nelle ZTL senza ulteriori costi.

 

 

 

 

zxc

Navette e pick-up elettrici personalizzabili

Piccoli autocarri elettrici destinati ad aree verdi, a servizi ambientali, all'industria e a diversi servizi pubblici,

Minibus per il trasporto di poche persone, tipicamente 6 più il conducente.

I veicoli sono progettati e prodotti in Italia da EsagonoEnergia Srl.

Altre informazioni QUI